Come creare un file CSV con Excel

Pubblicato il Pubblicato in Per gli attivatori

Dovete creare con Excel un file CSV con i QSO per caricarli nel database SOTA? in questo articolo vi spiego come fare.

Partiamo innanzitutto dai dati utilizzati nell’esempio presente sul sito ufficiale SOTA:

V2,G3WGV,G/LD-008,24/04/03,1202,7.0MHz,CW,G4ELZ,
V2,G3WGV,G/LD-008,24/04/03,1204,7.0MHz,CW,G3NOH,,PSE QSL Direct
V2,G3WGV,G/LD-008,24/04/03,1227,144MHz,FM,GW4GTE,,Dave
V2,G3WGV,G/LD-008,24/04/03,1228,144MHz,FM,GW0TLK/M
V2,G3WGV,G/SC-008,08/06/03,1404,7.0MHz,CW,GM0AAA/P
V2,G3WGV,G/SC-008,08/06/03,1405,7.0MHz,CW,ON4CK/P
V2,G3WGV,G/SC-008,08/06/03,1407,7.0MHz,CW,DL0DAN/P
V2,G3WGV,G/SC-008,08/06/03,1410,14.0MHz,CW,YU7LS

Questo è il contenuto del file CSV da caricare nel database, ogni riga è un QSO ed è formata da 10 campi separati da virgola:

  1. Versione del programma di caricamento; fisso a V2
  2. Nominativo dell’attivatore
  3. Referenza attivata completa di prefisso IARU (per noi italiani è I/)
  4. Data attivazione nel formato GG/MM/AA
  5. Orario QSO in formato HHMM o HH:MM
  6. Frequenza o banda
  7. Modo di trasmissione
  8. Nominativo corrispondente
  9. Referenza corrispondente in caso di summit to summit (può non esserci)
  10. Eventuali note (può non esserci)

Apriamo Excel e posizioniamoci su una pagina vuota; consideriamo che ad ogni riga corrisponde un QSO e ad ogni colonna uno dei campi precedenti, per cui avremo:

  1. Versione del programma di caricamento – colonna A
  2. Nominativo dell’attivatore – colonna B
  3. Referenza attivata completa di prefisso IARU – colonna C
  4. Data attivazione nel formato GG/MM/AA – colonna D
  5. Orario QSO in formato HHMM o HH:MM – colonna E
  6. Frequenza o banda – colonna F
  7. Modo di trasmissione – colonna G
  8. Nominativo corrispondente – colonna H
  9. Referenza corrispondente in caso di summit to summit (può non esserci) – colonna I (può essere vuota)
  10. Eventuali note (può non esserci) – colonna J (può essere vuota)

Ed iniziamo a riempire i campi con i dati dei QSO; ad esempio ecco i primi due QSO come dall’esempio riportato sopra:

Procediamo con tutti gli 8 QSO dell’esempio:

Notare la colonna I vuota perchè non sono state inserite le referenze dei corrispondenti (NO S2S).

Inseriti tutti i QSO passiamo a salvere il file scegliendo CSV(MS-DOS) oppure CSV (delimitato dal separatore di elenco) come tipo di salvataggio:

Fatto!! possiamo controllare aprendo il file con un qualsiasi editor di testo (io ho usato Notepad++) e verificare che il contenuto sia corretto.

Ora non vi resta che caricare il file nel database SOTA come spiegato nell’articolo Inserire tutti i QSO di un’attivazione con un file CSV

73 de IZ0WRS Alex